Sei protestato ?
Nessun problema.

Abbatti i luoghi comuni ed apri il tuo conto corrente per protestati!

Scopri come fare

Conto corrente per protestati: si può!

Esiste la convinzione, piuttosto radicata, che non sia possibile aprire un conto corrente per protestati. Niente di più falso! Il fatto che le banche del nostro paese siano le più restìe a fidarsi di clienti con questo tipo di problemi è un fastidioso luogo comune che in Italia è molto più diffuso che in ogni altra nazione. Non esiste alcuna legge che ne vieti espressamente l'apertura. Di conseguenza tanti istituti (per non dire tutti) a causa di uno scrupolo di troppo, rifiutano ai clienti protestati l'apertura di un conto corrente, negandogli di fatto la possibilità di lavorare. A volte basta un semplice ritardo nei pagamenti per vedersi preclusa ogni opportunità di inviare e ricevere bonifici, fondamentali per pagare dipendenti e fornitori oltre che per mandare avanti la propria attività. Per fortuna esistono soluzioni che permettono a chiunque ne abbia voglia, azienda o privato che sia, di aprire un conto corrente online anche se si è protestati.


Di che tipo di conto stiamo parlando?

Si tratta di soluzioni estere, laddove la burocrazia è estremamente meno rigida rispetto a quella italiana e dove un protestato può vantare le stesse opportunità di qualsiasi altro correntista. Aprire un conto corrente estero online è davvero semplice. Viene richiesta un’esigua documentazione e un’attesa per l’attivazione tutto sommato minima (nell’arco di due giorni lavorativi) per avere un conto estremamente performante, con un home banking intuitivo e commissioni irrisorie. Difficilmente sarà possibile versare assegni ed ottenere un fido ma, senza alcun dubbio, questi conti permettono ai soggetti protestati di respirare, con transazioni rapide e in sicurezza. Avere un protesto è già di per sé una condanna, perché complicarsi ulteriormente la vita? Il lavoro non può essere in balia dei luoghi comuni. Scopri quali sono i conti correnti per protestati che meglio possono soddisfare le tue esigenze!

Scopri cosa occorre

Cosa occorre per aprire un conto corrente?

Conto personale

Documento d’identità (carta d’identità o patente o passaporto)
Certificato di residenza (in alternativa anche una bolletta domestica o un estratto conto personale)
Smartphone (per il riconoscimento facciale)

Conto aziendale

Documento d’identità (carta d’identità o patente o passaporto)
Certificato di residenza (in alternativa anche una bolletta domestica o un estratto conto personale)
Visura camerale
Smartphone (per il riconoscimento facciale)

Sei interessato?
Visita il nostro sito.

Bank Solutions